Quale Ethereum killer? I dati sulla catena mostrano che le reti della concorrenza sono ancora indietro

  • Veröffentlicht am
  • Veröffentlicht unter Bitcoin

I critici affermano che le crescenti tariffe del gas di Ethereum faranno sì che il progetto cada vittima delle blockchain dei suoi concorrenti, ma i dati sulla catena suggeriscono il contrario.

Crypto Engine rimane la seconda criptovaluta più grande e domina in assoluto il settore degli smart contract secondo una serie di metriche di utilizzo della rete. Anche se la rete è stata sopraffatta dal picco di attività che sta facendo sì che le commissioni mediane superino i $ 10, l’effetto di rete della sua vasta base di utenti e sviluppatori sembra essere sufficiente a sostenere la sua posizione di seconda criptovaluta in classifica per capitalizzazione di mercato.

Tuttavia, alcune metriche chiave sulla catena stanno iniziando a mostrare un potenziale cambiamento nella supremazia di Etheruem, il che solleva l’annosa questione se un „killer di Ethereum“ sarà in grado di detronizzare la rete principale?

Come mostrato sopra, la rete Ethereum domina ampiamente le applicazioni decentralizzate (dApp). A causa delle sue elevate commissioni sul gas per le transazioni, quando si analizza il numero di indirizzi attivi, il newtork di Ethereum sembra essere in svantaggio rispetto ai suoi concorrenti.

Nell’ultima settimana, il Top Shot NBA della blockchain FLOW aveva quasi 80.000 indirizzi attivi, cinque volte più grandi del mercato Rarible NFT di Ethereum o persino di SushiSwap. Pertanto, il primo dato da analizzare è il numero di indirizzi attivi giornalieri su ciascuna blockchain.

Il grafico sopra mostra che Tron (TRX) ha recentemente superato Ethereum negli indirizzi attivi giornalieri, sebbene questa metrica possa essere facilmente gonfiata. La rete Tron ha praticamente zero commissioni per transazioni semplici, il che crea un confronto ingiusto.

Misurando transazioni e trasferimenti effettivi, è più facile escludere gli indirizzi che non contribuiscono alla rete

In questo modo possiamo vedere che Tron non si avvicina nemmeno ai numeri di Ethereum, sebbene la recente crescita dei prezzi di Cardano ( ADA ) abbia portato a un legame virtuale tra i due.

Stranamente, la rete Tron detiene oltre 14,5 miliardi di Tether ( USDT ) in circolazione, il che di per sé dovrebbe aumentare i parametri di utilizzo della rete. Nel frattempo, Cardano ha il 90% di indirizzi attivi giornalieri in meno rispetto a Ethereum, ma entrambe le reti gestiscono la stessa quantità di trasferimenti e transazioni.

Ciò è particolarmente problematico in quanto Ethereum gestisce 20 miliardi di token Tether e gestisce anche tutte le transazioni di Chainlink ( LINK ), USD Coin ( USDC ), Wrapped ETH ( WETH ) e molti altri.

Theme BCF von aThemeArt – stolz präsentiert von WordPress.
NACH OBEN